Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Fri11162018

Last update

Wednesday, 07 November 2012 14:10

Meteo Flash - Autostrada A4 chiusa...per grandine! Featured

Rate this item
(0 votes)

Una forte grandinata caduta nel tardo pomeriggio di ieri sulla pianura friulana ha causato la formazione di ghiaccio sulle corsie di sorpasso dell'autostrada A4 Venezia-Trieste, con rallentamenti e code di veicoli. Secondo quanto riferiscono il Centro operativo della Polstrada e Autovie Venete, la grandine si è sciolta nelle corsie di marcia, anche per l'azione dei mezzi pesanti, mentre si è consolidata su quelle di sorpasso, nonostante la temperatura elevata di questi giorni. Si sono registrate code di 10 chilometri in direzione di Trieste, tra Portogruaro e San Giorgio di Nogaro, e di nove chilometri in direzione contraria tra il bivio A4-A23 e Latisana.

Ieri sera l'autostrada A4 Venezia-Trieste è stata chiusa, nella carreggiata in direzione del capoluogo giuliano, a causa di una lastra di ghiaccio formatasi a terra. Il tratto chiuso al traffico è stato quello compreso tra i caselli di Latisana e San Giorgio di Nogaro. In quel tratto sono caduti circa 15 centimetri di grandine, che si sono compattati a terra formando una lastra uniforme, anche se sull'asfalto la temperatura registrata era di circa 15 gradi. I tecnici della concessionaria Autovie Venete hanno reputato pericoloso utilizzare il sale per sciogliere il ghiaccio, poiché avrebbe creato una poltiglia ancora più pericolosa per i veicoli. E' stato, quindi, deciso di chiudere al traffico la tratta, in attesa di agire con uno spazzaneve.

Il violento episodio – alquanto insolito per il mese di novembre – era iniziato verso ora di pranzo sulla Carnia, per poi scendere verso la pianura, toccando Udine intorno alle 16.30 e poi continuando il suo cammino verso la Bassa friulana, colpita a macchia di leopardo. (IL Friuli)

Read 2399 times Last modified on Thursday, 28 February 2013 21:26