Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tue07142020

Last update

Meteo Flash - Europa dell'Est nel "Freezer" almeno 60 vittime

Sull'Europa Orientale è arrivata una delle ondate di gelo più "estreme" degli ultimi 50 anni, nulla a che vedere con il freddo che sta coinvolgendo geloeuropanelle ultime ore la nostra penisola nemmeno nei prossimi giorni quando la colonnina di mercurio scenderà ulteriormente anche da noi... da noi farà freddo, ma sull'Est Europa negli ultimi giorni è arrivato il Gelo quello vero.
Bastano alcune delle temperature minime che si sono registrate, per capire la differenza: In Ucraina si sono toccati i -33°, -31° in Polonia e in Bosnia, -30° in Romania e Bulgaria dove i laghi salati ai confini tra i due stati si sono ghiacciati per la prima volta da 58 anni. Purtoppo però il bilancio di questa ondata di gelo in termini di vite è elevato; I morti finora accertati sono più di 60: 30 senza fissa dimora sono morti in Ucraina e altri 500 sono ricoverati negli ospedali per assideramento. 15 vittime in Polonia alcune dei quali sono rimaste avvelenate dalle stufe. 8 in Romania, 5 in Bulgaria e 3 in Serbia.
Il bilancio delle vittime potrebbe aumentare in quanto molti villaggi risultano ancora isolati a causa delle abbondanti nevicate che hanno colpito gran parte di queste zone. Le autorità locali si stanno ovviamente mobilitando per affrontare questa emergenza, visto che gli esperti dicono che non terminerà prima del weekend, e in molte città sono stati predisposti rifugi di emergenza per le persone in difficoltà. Attualmente sono oltre 24mila le persone che nelle ultime 48 ore hanno cercato rifugio nei 1590 ostelli fino ad ora predisposti. Anche in Italia si stanno predisponendo strutture simili (soprattutto nelle stazioni ferroviarie) per affrontare il freddo che arriverà nelle prossime ore...che ripeto non avrà nulla a che vedere con quanto si è visto nell'Europa dell'Est in queste ultime ore!