Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tue07142020

Last update

Meteo Flash - Primo uragano in vista? Si chiamerà Alberto

In questo ultimo periodo il meteo è "pazzo". Non solo in Italia dove la situazione è notaa tutti, ma anche in Europa con le temperature record toccate in Ucraina alberto(-33°), la neve in Algeria e alle Baleari, le innondazioni in Australia e alle FIJI, Il tornado in Argentina, il Brasile sommerso da piogge torrenziali e gli tati uniti già alle prese con la loro stagione dei tornado... bene proprio quando si pensa di aver visto tutto ecco uscire "dal cilindro" dei meteorologi statunitensi, la notizia che nelle prossime ore potrebbe formarsi nel Golfo del Messico la prima tempesta tropicale della stagione. E' questa l'ipotesi che si sta vagliando al National Hurricane Center di Miami in Florida, e trattandosi "solo" di febbraio sarebbe quasi un record. La tempesta per ora denominata Invest 90L potrebbe formarsi nei prossimi giorni a causa della scontro tra una massa d'aria fredda proveniente dagli Stati Uniti Centrali ed una massa d'aria calda presente in queste ore sul Golfo del Messico.

Il Sito Accuweather.com in merito a queste possibile tempeste scrive:

"Alcuni degli  ingredienti fondamentali necessari allo sviluppo perlomeno di una depressione subtropicale (un sistema con parziali caratteristiche tropicali) stanno cercando di entrare in contatto nella zone sud-orientale del Golfo del Messico.

Attualmente, la temperatura dell'acqua nel sud-est del Golfo del Messico è di circa 27° e rappresenta la temperatura di soglia minima per lo sviluppo di una depressione tropicale tropicale. Nonostante la presenza di un discreto wind shear (venti di tempesta in quota), questo non è abbastanza forte da impedire in questo momento la "dispersione" della depressione sul nascere e quindi la genesi della possibile tempesta tropicale. Se le cose saranno confermate, alla tempesta sarà dato il nome di Alberto e la sua traiettoria, potrebbe impattare il sud della Florida nella giornata di Lunedì. Le piogge torrenziali però potrebbero arrivare in zona molto prima dell'arrivo del nucleo tempestoso e causare notevoli disagi ma soprattutti preicolose innondazioni."

L'eccezionalità dell'evento, lo si capisce dal fatto che solo un'altra volta nella storia, una tempesta tropicale si è formata nel mese di febbraio. Era il 1952 quando ci fu la famosa tempesta "Groundhog Day"... che ironia della sorte, ebbe la tessa traiettoria del "nascituro" Alberto.