Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Mon07132020

Last update

La storia si ripete: Forte Maltempo a Sud Italia nei prossimi giorni

Sembra che ancora una volta, come spesso è capitato negli ultimi mesi, il maltempo abbia deciso di "far visita" al Sud ed in particolar modo sulla Sicilia già nella giornata di domani e sulla Calabria a partire dalla serata di Venerdì.Vediamo di analizzare i motivi di queste due intense ondate di maltempo che potrebbero portare piogge torrenziali, venti forti e mareggiate sulle zone interessate dai fenomeni.

La bassa pressione di origine Artica che tra lunedì e martedì ha portato pioggia e neve sulle regioni settentrionali, in queste ore si sta portando molto velocemente verso sud e raggiungerà sotto forma di bassa pressione in quota, le coste africane nella giornata di mercoledì. Questo affondo freddo provocherà come risposta, la formazione di un'area di bassa pressione al suolo in prossimità del Mar Libico. Questa ciclogenesi, a partire da domani sera convoglierà verso la Sicilia un nucleo instabile carico di pioggia e temporali. I Venti potranno soffiare fino a 65Km/h e saranno proverranno da sud est. Non sono escluse forti mareggiate lungo le coste esposte. Sulle zone più colpite potranno cadere fino a 150mm in 24 ore.

 

pioggiasic1

Geopotenziali a 500hPa e

Pressione al suolo

pioggiasic

Piogge previste

pioggiasic2

Venti ai 925hPa

Se il peggioramento di domani vedrà maggiormente coinvolta la Sicilia, quello che potrebbe arrivare nel corso del Weekend sembra (perchè siamo ancora abbastanza lontani) essere più esteso, oltre che più intenso. La genesi di tale maltempo è molto simile al precedente. Nel corso della giornata di Giovedì 8 Marzo aria fredda enterà da nord-est sull'Italia, in prima battuta porterà un debole peggioramento al nord ma poi nel suo rapido movimento verso sud, determinerà la formazione di un minimo depressionario in quota che si sposterà, come il precedente, verso il nord Africa dove provocherà la formazione di un profondo (stando alle stime) ciclone a tutte le quote. I modelli, come vediamo dalle immagini sottostanti indicano un nocciolo al suolo di 995mbar. Questo centro di bassa pressione si sposterà dal Mar Libico fino allo Ionio colpendo in pieno la Sicilia Orientale e la Calabria ionica. Anche in questo caso sono previsti accumuli consistenti oltre i 150/200 millimetri sulle suddette zone. La vicinanza tra le isobare è indice di quello che possiamo vedere nella 3 immagine, ossia la presenza di venti molto forti in concomitanza con gli eventi. Nell'immagine possiamo infatti notare come tra la Sicilia e il nord Africa si potranno avere venti fino a 150/160 Km/h.

pioggiasic1

Geopotenziali a 500hPa e

Pressione al suolo

pioggiasic

Piogge previste

pioggiasic2

Venti ai 925hPa

 Insomma, ancora una volta sarà il sud a fare i conti con le piogge intense e il nord sarà lasciato nuovamente all'asciutto. Questo nuovo peggioramento porterà il ad gap precipitativo tra nord e sud ancora più elevato. Ricordo che nelle zone che saranno colpite dalle forti precipitazioni ad oggi si registra una differenza positiva di precipitazioni di 2mm al giorno a partire da novembre fino ad oggi, il che significa che sono caduti quasi 200mm in più rispetto alle medie del periodo. Al nord invece il gap negativo è di circa 100mm nello stesso perido.