Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Mon07152019

Last update

Buongiorno a tutti!

Aprile si sta rivelando il mese della svolta per quanto concerne i problemi legati alla siccità che hanno interessato il Triveneto e la Toscana. Si è aperta la porta Atlantica, e se fino ad oggi gli affondi sono stati modesti, nonostante abbiano portato più Italia100412pioggia in 10 giorni rispetto a quella caduta negli ultimi 4 mesi, da oggi si inizierà a fare sul serio. L'immagine del satellite mostra infatti come la prima nuvolosità (per ora priva di fenomeni) si stia rapidamente avvicinando verso il nord ovest. Tale nuvolosità è il preavviso che da Ovest sta arrivando una perturbazione Atlantica, spinta verso l'Europa Occindentale e da oggi sull'Italia da una depressione posizionata sulle isole Britanniche.

La giornata di oggi vedrà un repentino incremento della nuvolosità sul Nord-Ovest con le piogge che inizialmente interesseranno il Piemonte e la Liguria, per poi estendersi alla Lombardia, alla Toscana e alla Valle D'Aosta. In queste zone la neve tornerà a cadere al di sopra di 1200/1500 metri e potrebbe risultare anche piuttosto abbondante. Dalla serata la nuvolosità potrebbe interessare in modo più corposo anche il nord-est con le prime piogge sul Triveneto e le nevicate che inizieranno ad imbiancare i riilievi a quote simili a quelle viste per il nord-ovest. Attenzione che sul Nord-Est il grosso del maltempo arriverà domani con accumuli significativi (non si esclude che in alcune zone del veneto e del friuli si arrivi a superare i 60/70mm di accumulo nells ola giornata di domani). Per quanto riguarda la zona del Baldo-Garda possiamo dire che, stando ai modelli, gli accumuli previsti superano i 30 mm ma non è escluso che possa cadere molta più pioggia proprio per l'effetto dello Stau che solitamente si attiva in situazioni simili a quella che si stata prefigurando.

Sul resto dell'Italia vi sarà un graduale aumento della nuvolosità ad esclusione delle estreme regioni meridionali "protette" da un campo di altapressione situato sul nord Africa. Le temperature registreranno un incremento nei valori minimi mentre nelle zone in cui la nuvolosità sarà più compatta le massime riulteranno leggermente sotto la media del periodo.

Insomma, sembra che "la natura" voglia porre fine alla siccità al Nord-Est ed in Toscana...staremo a vedere se sarà così e soprattutto se questa voglia "di rifarsi" non porterà oltre alla pioggia i disagi, anche perchè sembra che la porta Atlantica menzionata ad inizio articolo non sia intenzionata a chiudersi tanto in fretta!

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti!

Oggi sarà una giornata di tregua, dopo il gradito peggioramento avuto nei giorni scorsi. Lo abbiamo visto un po' tutti quello che è Italia060412accaduto ieri, ci sono stati i primi "violenti" temporali della stagione su gran parte del Nord-Est e sulle zone appenniniche centro settentrionali, che hanno portato la tanto attesa pioggia sul Veneto, il Trentino e il Friuli, la neve ancora una volta sulle Dolomiti e le Alpi Orientali e fortissimi temporali spesso accompagnati dalla grandine su diverse zone degli appennini ma non solo, ad esempio, l'enorme cella temporalesca che si è formata nel tardo pomeriggio a sud di Verona, ha portato una fitta grandinata (con chicchi piccoli) nella zona a nord di Nogarole Rocca senza danni particolari. Insomma è tornata finalmente la pioggia anche in quelle zona che da mesi "soffrono" di un notevole deficit idrico.

Ma tornando ad oggi, come possiamo notare dall'immagine satellitare, l'Itala è interessata da una nuvolosità sparsa che però lascia spazio ad ampie schiarite e il sole sarà in grado di "allietare" quasi tutta la giornata in diverse regioni. La nuvolosità presente sul Nord-Est si dissolverà nelle prossime ore anche se spesso si tratta di foschia che è tornata a far visita alla pianura Veneta. Nelle ore più calde del giorno, visto che continua lo scontro tra l'aria umida proveniente da ovest e l'aria più fresca proveniente da Nord-Est, saranno possibili temporali sparsi lungo le Alpi, in Liguria e nelle zone centrali della penisola, soprattutto lungo la dorsale appenninica che potrebbero portare a deboli precipitazioni. Altrove invece è molto difficile che vi siano fenomeni di rilievo.

Da domani invece torna una situazione di tempo più instabile... ma vediamo nelle prossime ore come evolverà la situazione.

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti!

La giornata di oggi sarà simile a quella di ieri con la sostanziale differenza che le regioni Italiane più colpite dal mal tempo saranno quelle Italia050412del triveneto dove dalla notte scorsa piove FINALMENTE con una certa insistenza. In questo momento i fenomeni soprattutto sulla parte di Nord-Ovest del Veneto si sono attenuati ma tornerann molto probabilmente le piogge nelle prossime ore che si estenderanno poi anche all'Emilia Romagna e fin sugli appennini centrali.

Il merito del peggioramento è della depressione che da giorni staziona sulla Penisola iberica e che fa confluire verso l'Italia aria umida ed instabile che ieri ha portato le piogge soprattutto in Piemonte, Liguria e Alpi centro occidentali e che dalla serata di ieri invece si è spostata più verso Est. L'afflusso proseguirà come scrivevo ad inizizo articolo anche per la giornata di oggi e le piogge sul Triveneto potrebbero risultare moderate. Forse è il primo passo per risolvere la precaria situazione idrica di queste regioni anche se il deficit da colmare è enorme tenendo soprattutto conto che non vi sarà l'apporto della neve che durante l'estate è quella che va a rimpinguare i bacini montani di acqua...e non ci sarà perchè come sappiamo al Nord-Est quest'inverno è stato povero di "soddisfazioni" nevose. La neve comunque nella giornata di oggi cadrà ma solo a quote elevate ... almeno sopra i 1700 metri.

Per quanto riguarda le altre regioni, al Nord-Ovest si avranno delle schiarite così come sulla Liguria. Al centro le piogge interesseranno più che altro le aree adiacenti agli appennini anche se non è escluso che qualche fenomeno si spinga anche in pianura. Al Sud e sulle isole invece pur essendo una giornata "instabile" e coperta i fenomeni saranno molto più sparsi.

Per quanto riguarda le temperature invece non subiranno grosse variazioni e si manterranno sui valori tipici del periodo. Potranno risultare sopra la media al sud a causa delle correnti sciroccali.

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti!

Che le cose siano cambiate rispetto ad una settimana fa, quando già al mattino si superavano i 16°, è evidente. Le temperature minime al Italia030412nord sono da qualche giorno sotto i 10° e le temperature massime non raggiungono i 19°..stiamo parlando per alcune zone di 7°/8° in meno rispetto a sabato scorso. Ma la cosa più importante oltre al calo termico la si può facilmente notare osservando l'immagine satellitare. Quasi tutta l'Italia è sotto corpi nuvolosi che dalla penisola Iberica (dove da qualche giorno si susseguono fenomeni piovosi anche molto intensi) si spingono verso l'Italia grazie al fatto che l'anticiclone non è più "sulle nostre teste".

Quali sono gli effetti di questi corpi nuvolosi? Beh in prima battuta soprattutto al sud è cambiata la circolazione che sulle region meridionali e le nostre isole maggiori si è disposta da Sud, convogliando su tali regioni correnti sciroccali che faranno aumentare leggermente le temperature e non si escludono punte di 25° nelle zone maggiormente esposte ai venti caldi. Molto difficile che sulla Sicilia e la Calabria possa piovere ma non si esclude comunque che nel corso del pomeriggio possa attivarsi una certa instabilità con deboli rovesci.

Al Centro Nord invece la situazione è ben diversa. Infatti la circolazione perturbata risulta molto più intensa rispetto al sud e si intensificherà maggiormente nelle prossime ore. Attualmente piove in Liguria e alta Toscana e tra l'Umbria e le Marche ma i fenomeni si estenderanno a gran parte del centro nord. Attenzione però che non saranno precipitazioni in grado di "dissetare" il suolo in quanto risolteranno di debole intensità e sparse. Sulle Alpi tornerà la neve ma a quote Alte.

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti!

Quanto previsto da qualche giorno si sta puntualmente avverando. L'altapressione ha mollato la presa e non è più presente in modo Italia020412insistente sull'Italia, si è ritirata in Atlantico lasciando lo spazio affinchè una perturbazione di origine atlantica riesca (lo sta già facendo) a penentrare nel Mediterraneo Centrale giungendo quindi fino in Italia. Questo "arrivo" lo si può notare dall'immagine satellitare dove è ben visibile la parte più "attiva" della perturbazione che sta raggiungendo la Sardegna. Attualmente non sono indicate piogge sull'Isola ma è probabile che già in mattina si abbiano i primi fenomeni che coinvolgeranno gran parte dell'Isola. La perturbazione poi nel suo movimento verso Est, coinvolgerà le regioni tirreniche dove, soprattutto in Toscana, non sono esclusi fenomeni temporaleschi lungo le zone interne a ridosso degli appennini. Al Nord invece è ben visibile una nuvolosità alta e sottile che pur non portando piogge, almeno per oggi, preannuncia l'imminente cambiamento del tempo. Le prime piogge infatti dovrebbero interessare le regioni di Nord-Ovest già dalla serata di oggi per poi intensificarsi nel corso della Notte. Per quanto riguarda il nord-est la giornata di oggi sarà di transizione, si avrà una copertura del cielo che ancora per oggi potrebbe lasciare spazio ad ampie schirite, ma nel corso della serata e della notte si avrà un ingrasso più deciso della perturbazione e quindi le coperture del cielo diventeranno più uniformi. Da domani si avranno le prime deboli piogge anche sul Trivenento anche se attualmente non è detto che sia così intense come servirebbe. E' previsto il ritorno della neve sulle Alpi che in alcune zone potrebbe cadere anche copiosa, ma a quote superiori ai 1500metri. Per quanto riguarda il sud nella giornata di oggi si avrà una graduale copertura del ciolo ma sono esclusi fenomeni a parte piogge sparse lungo le regioni tirreniche.

Le temperature che ieri erano calate notevolmente si manterranno in linea con i valori del periodo, salvo un graduale aumento soprattutto a sud a causa di correnti più miti che inizieranno a fluire soprattutto sulle due isole maggiori.

 

Published in News dall'Italia

Page 2 of 2