Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tue07142020

Last update

E anche per la Sicilia è arrivato il momento della prima neve. Ad imbiancarsi, grazie alle precipitazioni cadute  (anche sotto forma di temporale) tra la serata di giovedì 29 Ottobre 2015 e la mattinata di Venerdì 30 Ottobre 2015, è stato l'Etna, l’abbassamento delle temperature ha imbiancato, nel corso della notte, gran parte delle zone poste al di sopra dei 2000 metri. Il versante nord, di Linguaglossa, è stato quello che maggiormente ha richiamato le atmosfere invernali. nei prossimi giorni il perdurare del maltempo potrebbe portare altra neve sempre in quota, anche se sembra non destinata a durare ... anche perchè l'istadela de san martin l'ariva anca li... e li in Sicilia sarà più "estate" che da noi sul veronese.

(Immagine di Repertorio. Fonte http://www.cataniacentrorooms.it)

etna mare

 

Published in News dall'Italia

Ed eccoci al consueto appuntamento con l'analisi semi seria su come andrà la prossima settimana... chi ha la App di Meteo Verona ha già ricevuto una piccola anticipazione ieri ma ora che ho un po' di tempo vediamo qualche dettaglio in più Emoticon smile

sanmartinFinisce ottobre.. inizia novembre... ci si avvicina sempre più all'inverno...veniamo da una due giorni grigia e piovosa degna della stagione autunnale in cui siamo...insomma tutto fa presagire che si va sempre più più verso il fresco ed invece no... torna (o meglio continua) un po' di caldo... ecco prima de sentir parlar de Camel/caldo africano e tutte ste vacade qua diciamo le cose come stanno... non arriva nessuna ondata de caldo africano ma dobbiamo solo attenderci la classica "Istadela de San Martin" ...

Cosa accade quindi? lo vedemo nell'immagine allegata al post, dove volutamente ho cavà dai ovi el camel (perchè el me nà in odio) e ho messo un bel San Martin stile "manga giapponese" che el rompe i coioni stesso ai freddofili ma che almeno el fa più tradissione dei nostri veci.
Questo ritorno del "caldo" ...che significa solo temperature di poco al di sopra delle medie del periodo (se arrivemo AL SOLE a 22° tra luni e marti secondo mi la ghe vol tuta...) è dovuta ad una configurazione Barica detta "ad omega" ( o a brufel visti i colori e la forma...) dove a sinistra ghè un musetto che non ga voia de far gnente anca perchè l'è proprio spompo poarin, a destra ghe quel che resta del uinni de pu che ha portà un po' de acqua in sti giorni .... e en mezo sà infilà "el santo" con el co cavalin. Questa configurazione è quella che generalmente ha la forza per durare di più perchè "San Martin" non è che può muoversi più di tanto in quanto "stretto" tra due fuochi... ghe provarà el musetto sulla Spagna a farse avanti verso la fine della prossima stimana ma da chi ad alora fa ora a cambiarne de robe...

Ma struca struca...sa dovemo aspetarne?

1) Temperature più alte delle medie del periodo SOPRATTUTTO IN MONTAGNA... in pianura come detto qualche grado in più del normale durante il giorno, temperature minime invece fresche/fredde con una forte inversione termica... il discorso delle temperature massime in aumento potrebbe non valere per le pianure... o almeno non per tutta...il prossimo punto spiega perchè.
2) Alta pressione in inverno significa tempo bello in montagna ... ma anche rischio di nebbia (fitta a tratti) in pianura... quindi per le zone in cui si faranno avanti le nebbie ghe poco da far... de "caldo" se ne sente poco.
3) No piovarà più per almeno 5/6 giorni...quindi ci ga da far en campagna o en giardin (nebbia permettendo...lo ripeto) el catarà dele bele giornade.

direa che l''è tuto... ah dimenticavo... e la Balena? bisogna nar a chi l'ha visto a vedere se i l'ha vista da qualche parte perchè chi sull'Italia che no se vede l'alta pressione delle Azzorre l'è più de un'anno.. se vede che ghe femo proprio angossa Emoticon smile
Per dargne na man al mussoghe volaria le renne...ma come vedì non iò gnanca messe perchè per ora non se ne vede all'orizzonte.

Condividete se vi va!

Published in Analisi

(Solita analisi SEMI-SERIA sull'andamento dei prossimi giorni)

Nell'ultima analisi avevamo analizzato il tentativo dell'altapressione africana di portare qualche giorno di estate anche per la nostra provincia. Questa incursione "africana" è in parte riuscita, infatti a partire da Sabato, abbiamo goduto (soprattutto le zone di pianura) di cielo per lo più soleggiato, temperature che hanno "sfiorato" i 30° e le insidie piovose, pur non mancando, sono state davvero minime (qualche spaciugada e per lo più di notte)... e sarà così anche oggi e probabilmente domani...

Ocio però perchè, se vi ricordate, l'alta pressione era chiusa tra due fuochi ... ad Ovest "balota giala" che ha fatto da "sveglia" al dormiente (l'ha dormio tuta istà sto troglodita...per somma gioia dei freddofili però :-) ) anticiclone africano... ad Est "balota verde" che, posizionato sulle Repubbliche Baltiche, impediva all'anticiclone Africano di spingersi un po' più ad est coinvolgendo completamente l'Italia, ma nello stesso tempo aveva potere assoluto di decidere quanto, questa "piccola estate settembrina" sarebbe durata.

moletta

Bene ragassi e ragasse, "balotta verde" si trasforma ne "il moleta" e decide che l'estate settembrina è durata anche troppo e l'è ora de darghe na "limada de recie" all'altapressione africana. "limada de recie" è il termine tecnico per dire "cala le temperature e torna l'instabilità".... ma vediamo un attimo cosa potrebbe accadere analizzando l'immagine del modello matematico GFS relativa alla giornata di Giovedì...

1) Oggi e domani l'altapresisone africana proverà a tenere botta riuscendoci sicuramente oggi... un po' meno domani. Quindi lo stiamo vedendo...sole e caldo (per il periodo ovviamente) e poche insidie pomeridiane di rovesdi sparsi.... nel frattempo però "el moletta" el taca l'ape con tutto l'armamentario e dal Baltico (dove se vede che da limar ghe poco) si dirige verso sud-ovest...cassego se avesse scelto il Mar Nero probabilmente l'estate settembrina sarebbe durata di più... ma nar sul Mar Nero adesso che ghè anche un po' de guerra in zona non era il caso...

2) "el moletta" tra domani sera/notte e mercoledì arriva a ridosso delle Alpi con i seguenti strumenti:
     - nocciolo Gelido in quota (-22° ai 5000 metri proprio ai confini    austriaci/svizzeri) ... da noi un po' più tiepido (-16/-18) ma cmq sempre più fresca di adesso
    - Molta instabilità per l'aria... dopo 4 giorni de tempo discreto arriva na man de aria freda per forza l'atmosfera la taca a boier come en stagnar de polenta...

 

Conseguenze PROBABILI

1) L'estate settembrina la ciapa na man de pache e toglie il disturbo a partire da marcoledì
2) Le temperature caleranno anche in presenza del sole. Ecco diciamo massime attorno ai 25° con sole pieno... ovviamente con cielo nuvoloso meno. Avevamo ipotizzato la settimana scorsa come culmine del "caldo" a metà settimana...probabilmente dovremmo anticiparlo a domani...
3) Na man de temporali arriverà sicuramente per parte del Nord... dirvi se prenderanno anche il Veronese è difficile ora ma la probabilità è piuttosto alta da Mercoledì

Durata? Beh le gocce fredde (perchè facendo un'attimo i seri anche questo peggioramento sarà portato da una goccia Fredda) sono dure a morire, un po' come Bruce Willis nel Film Die Hard, quindi metemosela via che per 4/5 giorni l'estate settembrina andrà in ferie (dove? tra Francia e Gran Bretagna)... tornerà? impossibile dirlo ma guardando i modelli oggi la risposta è no... ma vista la distanza temporale questo "no" l'è proprio na cassada.

Published in Analisi

Buongiorno a tutti

L'altapresisone di origine Africana che nei giorni scorsi aveva lentamente preso possesso della penisola Iberica e di parte della Francia, Italia100512toccando solo limitatamente l'Italia, oggi ha raggiunto con una sua estremità anche le regioni settentrionali e le tirreniche.

Vediamo poi cosa comporterà questa sua "invasione" per le nostre regioni, ma prima vorrei sottolineare che la forma "allungata" dell'alta pressione è molto probabilmente anche il motivo per cui risulterà davvero "debole" e poco duratura, infatti i messimi saranno lontani dalla nostra penisola e la saccatura artica che arriverà sabato avrà vita facile nel "demolire" il muro anticiclonico...

Comunque... per oggi le condizioni meteo saranno soleggiate ovunque. Gli unici addensamenti saranno possibili solo lungo la catena alpina ma i temporali potranno svilupparsi solo lungo le cresti di confine di Trentino, Veneto e Friuli...anche se sono molto improbabili. Sul resto dell'Italia, come detto splenderà il sole e le temperature risulteranno in aumento, soprattutto al Nord in particolar modo al Nord-Ovest e sulle Centrali Tirreniche. Su tali regioni non è esclso che si arrivino a toccare i 27/28°. Sulle adriatiche e al sud a causa dei venti orientali le temperature saranno leggemente più basse ma comunque sempre attorno ai 25°

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti

L'anticiclone cresce e sta prendendo possesso di gran parte dell'Europa Occidentale in particolar modo della Spagna e della Francia, ma Italia090512è arrivato anche sulla Sardegna e parte del Sud da cui piano piano inizierà a spingersi anche sul resto della penisola, garantendo bel tempo sicuramente fino a venerdì su gran parte dell'Italia. Oltre al sole, l'altra ovvia caratteristica di questa avanzata anticiclonica, sarà l'aumento delle temperature che già oggi supereranno i 25° su molte regioni italiane ma non è escluso che in alcuni casi possano arrivare a valori ben più elevati.

Quindi per oggi dobbiamo aspettarci una situazione di cielo prevalentemente soleggiato se si escludono delle leggere velature in transito sul Nord Italia. Lungo in crinali Alpini in particolar modo di Piemonte, Lombardia e Valle D'aosta saranno possibili episodi temporaleschi nel corso del pomeriggio ma saranno relegati alle montagne e non sono previsti sconfinamenti nelle zone pianeggiati. Anche lungo le creste di Trentino e Friuli si potranno avere temporali ma sono meno probabili.

Sul resto dell'Italia sarà il sole a farci compagnia. Come detto le temperature sono in crescita quasi ovunque.

 

 

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti

Se andiamo a guardare la situazione in Europa notiamo come il nostro continente sia sostanzialmente conteso tra l'altapressione di Italia080512origine africana che spinge dall'Algeria per prendere possesso dell'Europa Occedentale, e le depressioni che dall'Atlantico e dal Nord Europa, spingono sul nostro continente perturbazioni e precipitazioni che attualmente riguardano molti paesi europei.

Oggi l'ltalia si trova in un "limbo", l'alta pressione garantisce che le perturbazioni suddette non arrivino direttamente sulla nostra penisola, ma nonostante questo permane una certa instabilità perchè comunque almeno per oggi i massimi barici sono "lontani". Questo determinerà che al Nord le condizioni, pur essendo migliorate rispetto ai giorni scorsi, risentano ancora del flusso instabile e questo determinerà la formazione di temporali che saranno più probabili sulla catena alpina e la fascia pedemontana del Piemonte, della Lombardia e della Valle d'Aosta. Non è escluso che nel corso della serata vi sia la possibilità di cumulogenesi minacciose anche sul Triveneto dove però i fenomeno dovrebbero essere più scarsi.

Al centro le condizoni migliorano rispetto a ieri e gli unici focolai instabili dovrebbero riguardare la fascia appenninica Al Sud invece le regioni più "esposte" al rischio temporali saranno le zone interne delle regioni tirreniche e le ioniche. Il resto d'Italia godrà di un clima più soleggiato. Da notare come le temperature siano in aumento quasi ovunque e , come detto, raggiungeranno il culmine Venerdì.

 

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti

Ci stiamo avviando verso un periodo meno instabile per tutta l'Italia. Dobbiamo attendere almeno fino a domani, ma poi per 2/3 giorni Italia070512sarà il sole a farci compagnia. L'alta pressione africana sta spingendo per prendere possesso dell'Europa Occidentale e coinvolgerà, a partire da mercoledì, tutta la nostra penisola. Fino ad allora permangono condizioni di instabilità soprattutto sulle regioni centro meridionali. Attenzione però perchè sul Nord-Europa prosegue la ciclogenesi e continue depressioni vengono "sfornate" da un VP che non sembra mollare la presa. Saranno queste depressioni a determinare verso il fine settimana un nuovo impulso instabile per le nostre regioni... ma di questo parleremo più avanti.

Veniamo ad oggi, dove al Nord Ovest e su gran parte del Nord Est sil sole sarà protagonista indiscusso. L'instabilità sarà relegata al Friuli e lungo le creste alpine del Nord-Est. E' molto improbabile, ma non è escluso, che quanche temporale si spinga lungo la fascia prealpina soprattutto in serata. L'instabilità maggiore invece riguarda il centro, dove i temporali dovrebbero coinvolgere soprattutto le regioni adriatiche, anche se le tirreniche (soprattutto Campania e Calabria non saranno immuni da deboli piogge). Le due isole maggiori invece godranno di tempo pi soleggiato e quasi ovunque privo di piogge.

Per quanto rigurarde le temperature saranno in aumento al Nord e sulle due isole maggiori, mentre al centro, nelle zone coinvolte dalle precipitazioni, saranno in leggero calo.

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti

Anche oggi sul Nord Italia, le regioni Centrali e la Sardegna saranno le precipitazioni a farla da padrone. Dopo che nella giornata di ieri i Italia060512forti temporali hanno spazzato gran parte del Nord-Italia con grandinate anche violente (vedi Milano) che hanno interessato molte zone della Pianura Padana ed una "spettacolare" tromba marina a Genova, oggi la situazione peggiorerà anche sulla Sardegna e sulle regioni centrali che ieri sono state risparmiata.

Su queste regioni le piogge sono già in corso, mentre attualmente sul Nord la situazione è un po' più tranquilla con la nuvolosità che a tratti viene "interrotta" da sprazzi soleggiati. LA situazione dovrebbe comunque peggiorare sul Nord-Est nel corso del pomeriggio, mentre sul nord-ovest le precipitazioni dovrebbero risultare più scarse e di carattere sparso. Al centro invece, soprattutto tra Toscana e Lazio sono previste precipitazioni anche di forte intensità con forti temporali nel pomeriggio.

Situazione completamente diversa invece al Sud dove sarà "quasi" estate. Quasi perchè le temperature saranno miti, ma il sole comunque sarà il protagonista indiscusso della giornata. Il tempo migliorerà per tutti a partire da Martedì quando si prospetta l'arrivo "del cammello" africano per qualche giorno!

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti

L'anticiclone che da un paio di giorni protegge tutta la nostra penisola non è in gran forma. A Ovest è "rosicchiato" dalla depressione che Italia040512da giorni "controlla" il tempo fin sulle nostre regioni e che attualmente si trova a Nord del Portogallo in pieno Atlantico, a Nord invece è una nuova depressione posizionata tra la Scandinavia e le Isole Britanniche a provare ad "erodere" ulteriormente il muro anticiclonico. Questa in più porta con se un carico di aria fredda pronta a gettarsi sull'Europa.

Fino a questo momento questo "logoramento" non è avvenuto ma manca poco, per le regioni del centro nord, per tornare in una situazione di tempo instabile. La formazione delle prime celle temporalesce avverrà nel corso del pomeriggio, quando fioriranno formazioni cumuliformi sulle Alpi Occidentali e sui rilievi del Nord-Est che, grazie all'apporto di correnti più umide e fredde provenienti da ovest, non è escluso si spingano fin sulle pianure del Piemonte, della Lombardia e del Triveneto. Il Week End comunque sembra "segnato" e queste manifestazioni temporalesche associate a nuvolosità più strutturata dovrebbero accompagnarci per quasi tutto il week end (almeno al Nord).

Sul resto dell'Italia invece le condizioni meteo saranno migliori con il sole che ci accompagnerà per gran parte della giornata. Le temperature al nord saranno in lieve diminuzione, mentre al centro sud si manterranno sui valori di ieri.

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti

Lo abbiamo scritto anche ieri ed oggi lo confermiamo, la depressione che nei giorni scorsi stazionava sulle isole Italia030512Britanniche, e che oggi si trova in pieno Atlantico , non riesce più a portare maltempo come successo nel ponte del primo Maggio e questo sta favorendo anche per oggi una giornata soleggiata quasi ovunque sulla nostra penisola. In parte il merito di questa, momentanea, stabilità è anche da attribuire all'anticiclone che, pur non essendo "nulla di speciale" riesce a protegere le nostre regioni dagli assalti perturbati che giungono da ovest.

Oggi quindi dovremmo attenderci sole ovunque (o quasi). L'unica nuvolosità attualmente visibile anche dall'immagine dal satellite è quella presente sulla Liguria e l'alta Toscana che essendo di origine marina, risulta essere alta e stratificata ma prima di precipitazioni "vere". Altrove da nord a Sud il sole splende.

Attenzione però che nel corso del pomeriggio potrebbe verificarsi la formazione di cumuli consistenti lungo la catena Alpina, soprattutto di Nord-Est, con la formazioni di temporali che probabilmente rimarranno relegati massimo alle Prealpi di Veneto, Trentino e Friuli, ma che in serata potrebbero giungere fin sulle pianure limitrofe. Anche l'Appennino Centro-Settentrionale potrebbe favorire la cumulogenesi pomeridiana con temporali, probabili ma non certi, dall'Emilia al Molise.

Altrove, come detto, sole e temperature in leggero aumento con punte che al sud potrebbero arrivare fino a 26/27° localmente anche oltre.

 

 

Published in News dall'Italia

Page 1 of 4